20160725

Elsje: lezioni (brevi) di styling del quotidiano ♥♥♥


quando mi imbatto nel profilo IG di Elsje non posso fare a meno di scorrerlo tutto d'un fiato: è un racconto breve, per immagini, che conquista al primo sguardo.
colori naturali, pezzi d'epoca, dettagli 'verdi' costituiscono gli ingredienti (semplici e low cost) che Elsje reinventa in ogni scatto, con la complicità di stampe, fiori di campo, elementi di décor minimale e fai-da-te.
quante ispirazioni!
ph. Elsje de Wit
 















20160722

amsterdam a/r

tropici olandesi, in questo luglio spaccapietre di sole a picco e ombre tra le ciglia.
lo ammetto, ho da tre giorni gli occhi a cuore ♥-♥
sono arrivata ad Amsterdam con un bagaglio leggero: le dritte (implicite) degli instagrammers che frequento abitualmente, una guida atipica, le immagini raccolte su pinterest e, soprattutto, il blog di idainteriorlifestyle, expat che seguo con immutata passione da un bel po' {sia ben chiaro, infatti, che non sarei mai approdata a kitsch kitchen senza essermi prima innamorata della tovaglia gialla di Ilaria!}.
è bastato poco.
ho già perso la testa per il Jordaan e le nove stradine, per la placida campagna olandese, per il verde urbano che ha immancabilmente un guizzo selvatico, per lo slow living, il design accessibile ed i bistrò/emporio con patio annesso.
A'dam, a presto! ho già in mente quando :)
citix60

pluk

pluk

pluk

pluk

pluk







printed in space
hotel droog
hotel droog

hotel droog

hotel droog

hotel droog


biec



vlieger papier


20160630

blogger life | chez Florence - J'aurais pu m'appeler Marcel

oggi facciamo un un salto nel recente passato, pescando tra i primi amori: gli appartamenti, vissuti, delle blogger francesi. bambini (mai meno di due), calore, pezzi vintage, progetti fai da te e quel tanto di confusione da farti sentire subito a casa. 
J'aurais pu m'appeler Marcel...è il giornale di bordo di Florence e della sua famiglia che trovate anche qui e qui. enjoy!










 

20160531

Nordic Love {Fine Little Day}


di libri non ne ho mai abbastanza; anche adesso, in piena campagna di dismissione e riciclo, a un quarto del mio percorso di decluttering dove sono beatamente piantata da due mesi, alla faccia di Marie Kondo&Co.
un libro è una balia, una finestra sull'ignoto, un'ancora nella tempesta, la carezza della buonanotte.
quando devo scegliere tra più opzioni, non ho mai dubbi: prendo quello lì, il parallelepipedo di carta. e così è andata per la mia ultima acquisizione: "fine little day" di Elisabeth Dunker. 
ogni pagina è un mondo, che non mi stanco di sfogliare e scoprire.
a fare il paio, al civico n. 1,  è arrivato promenad, vassoio dei sogni disegnato da Klara Persson.
li ho adottati entrambi, ma - confesso - non è stato semplice decidere. 
nella mia wish list restano ancora un sacco di oggetti/prodotti . fate un giro nello shop online di Elisabeth, il mitico fine little day. e scoprite quali desideri non sapevate ancora di avere



i miei oggetti del desiderio ^^ via Fine Little Day