20190115

un fienile romantico e minimale

lo so.
mi ripropongo, ogni volta, di produrre post 'di contenuto'. 
oltre a pianificare le pubblicazioni, sulla base di un calendario editoriale serrato, coerente, ma anche spontaneo e pieno di ispirazione. sicuro :P
la triste verità è che mi imbatto in una perfect eye candy picture e, 15 minuti più tardi, quell'immagine è già diventata post.
a botte di colpi di fulmine, il rapporto home tour/articoli  è ormai imbarazzante. 
un lungo preambolo per introdurre la milionesima 'casa perfetta': un fienile riconvertito, minimale, ma super accogliente, al confine tra il Suffolk e il Norfolk. che arriva direttamente dall'archivio (vastissimo) di the modern house

ph. credits the modern house













20190108

chez Cécile Fossey - 2019 update!

felice 2019! e che sia leggero e luminoso come quello che auguro a me (la mia parola dell'anno, non a caso, è proprio 'light').
con Cécile - a home paper prima, Sunday poi - c'eravamo lasciati nel febbraio del 2018.
a meno di un anno di distanza, la nostra eroina ha cambiato di nuovo pelle (ig profile) e casa.
è appena stato pubblicato il primo home tour dell'appartamento, ancora in progress, su Hellø blogzine.
un articolo ricco di spunti (shopping list inclusa), immagini ed ispirazioni.
qui, i miei quattro scatti preferiti.
enjoy!
shop > sunday
instagram > octobre et mai
pinterest > Cécile Fossey


photo credits:
Cécile Fossey
la cucina, ancora in progress

semplicità sostanziale!


nursery



20181106

HEJU love | chez eux

la prima volta, nel 2013. poi, un anno più tardi.
fan di Heju dalla notte dei tempi, mi emoziono ad ogni nuovo progetto.   
è il caso della cucina appena rinnovata, con una buona dose di diy: semplicemente adorabile. un aggettivo che abitualmente detesto, ma che ben racconta gli occhi a cuore che ho dal momento in cui mi sono imbattuta nelle foto del loro ultimo post. ecco una piccola selezione delle foto. articolo e le immagini 'originali' sono qui: chez nous #25


ph. credits Heju 



20181022

tried&tested | Porto for breakfast lovers (e molto altro)

maniaca della colazione, potrei vivere di poco altro. 
di brunch, forse. di pranzetti leggeri. di aperitivi rinforzati, magari...
c'è poi la cucina di casa, quella che si tramanda di madre in figlia senza troppe parole; un universo di gesti e di profumi che, malgrado le intenzioni, lascia traccia nella memoria perfino delle più negate come me. 

così, se il comfort food della mamma è l'assioma dello 'stare', il cibo girovago si declina negli infiniti modi di scoprire un luogo lontano.
nutriente, leggero. buono anche (anzi, soprattutto) per gli occhi. 
eccomi qui, perciò, a snocciolare gli  indirizzi dei miei pit stop nell'ultima città che mi accolto: Porto.


1- chouquette, rua de miguel bombarda, 78 
nel 'design district' di Porto, un café  che vi ruberà il cuore. ci sono capitata dopo aver svaligiato tutte le pasticcerie tradizionali, in overdose di pasteis de nata&co e non ho saputo comunque resistere al caffè con mini choux. super atmosfera, gentilezza e qualità dei prodotti. 
nei paraggi: gallerie a go-go ed il parco del palácio de cristal, con vista superba sul douro ed annesso museo free access.

2- mondo deli, rua do almada, 501
aperto dalle 18, mondo deli è poesia per i minimal addicted come me. disegnato in ogni dettaglio da christian haas che ne è anche comproprietario, questo ristorante merita la visita. soprattutto per l'aperitivo: il locale si vede meglio e, se il tempo è buono, il patio è molto carino. discreta anche cena, ma un po' pretenziosa. a differenza degli interni, secondo me non vale il viaggio.

3- coraçao alecrim,  trav. de cedofeita, 28
un concept store (con cucina) costruito attorno al tema della sostenibilità. 
nuovo, usato, riciclato: un indie spot con l'anima che (dal mese di ottobre) ha inaugurato il local food lab. [local é um projecto associativo que trabalha na transição para uma cultura alimentar local, saudável e sustentável]. informatevi: si organizzano cene speciali, da condividere in un unico, grande tavolo comune.

4- época porto, rua do rosário, 22
iniziate dal bagno: pareti verde smeraldo, piastrelline esagonali e il mitico ag. stahlform di alape. proseguite con gli arrredi cozy-minimal degli interni, al piano superiore. una grande vetrina su rua do rosario e pranzetti vegetariani niente male! conveniente il menu del giorno, ottime le tisane. 
nei paraggi: 5-earlymade, concept cosmopolita con radici; entrate a dare un 'occhiata. troverete: atmosfera, allestimenti ed un bel giardino a vista.

1

2

3

4



5

20181003

chez Petra | betón studio

una palette speziata; toni caldi e vibranti in cui ci immergiamo con gratitudine al primo brivido autunnale. 
oggi siamo a Stoccolma (con un'incursione nella casa dei nonni, al mare), chez Petra, giovane imprenditrice, mamma di due bambini.
un modello di business nato e cresciuto molto rapidamente, pressoché da zero. da piccola produzione artigianale di mini-mocassini eco-friendly (mini mocks, da cui ha preso il nome il suo primo progetto d'impresa) + shop online, è passata alla creazione di betón, brand a 360 gradi con annesso negozio fisico a nytorgsgatan, nel vivacissimo södermalm.
il tutto in salsa social, con un canale IG dinamico ed in continua crescita, tanto da averle ritagliato una nuova professionalità, quella di consulente per l'utilizzo di instagram per piccoli marchi.
enjoy!

ph. credits: Petra Gardefjord, Ulrika Nihlén, le buzz mag




 ì











20180921

“back to work” collection | milk magazine per monoprix

sulla copertina del numero 61 di milk, la collab tra il magazine ed il gigante francese monoprix; la collezione, nata per festeggiare i 15 anni della rivista, abbraccia casa e famiglia, tra oggetti di décor e abbigliamento per tutte le età, a prezzi accessibili.
ci sono pezzi 'pop', ma anche alcuni che (sono pronta a scommettere), diventeranno 'nuovi classici'.
come la caffettiera nera ^^. enjoy!

@byaudreyjeanne


@emiliesanschichi
@mespetitespaillettes


@jauraispumappelermarcel
@morganours
@etpourquoipasmoi 

20180905

chaumière oiseau | Agnès

come suggerisce, più o meno, la quarta di copertina del suo (pen)ultimo libro: 'tissages et tapisseries poétiques' - miniera di progetti diy, tra tessitura, arazzo e punch needle - oggi ci immergiamo nell'universo poetico di Agnès Pironon
un tuffo tra i colori, i materiali e le infinite tecniche che padroneggia per un risultato sempre sorprendente ed euforizzante.
per ispirazioni senza fine, il suo blog "chaumière oiseau" è un multivitaminico per gli occhi: creazioni strepitose, atelier per imparare a tessere, ricamare, cucire ed uno shop online.
qui, una mini-selezione di immagini, tra casa (pubblicate da koel magazine) e studio.
enjoy!

 (dove non altrimenti specificato) ph. credits Agnès Pironon
chaumière oiseau casadelcaso
ph.  @Céline Saby







ph.  @Céline Saby